"Classical Voice" 2018, August.

The last time I encoutred Stefans Grové in person was at a fascinating concert by Italian pianist Silvia Belfiore at Unisa's Enoch Sontoga Hall, given on July 28 last year. The bulk of her programme, dedicated to piano works by African composers, consisted of three compositions by Grové ... Grové ... was enamoured by her interpretation and playing, his face and especially eyes gleaming with joy. Belfiore for years corresponded with the composer about his keyboard works' technical aspect, but especially the African psyche underlying all of them since his so-called "Damascus moment" in the early 1980s ... - Star/Pretoria news, June 24 2014.

Viele haben wohl mal gehört, dass in Afrika großer Reichtum an Musikalität herrscht. Und das war es dann auch. Die Pianistin Silvia Belfiore weitete am Mittwoch den Blick auf afrikanische Musik deutlich aus. Ihr Programm bot nicht nur eine gute Auswahl an westafrikanischen, ägyptischen und südafrikanischen Komponisten, sondern auch ihr exzellentes Klavierspiel. Es war ein Glücksfall für die Konzerte der Reihe AusSichten des Kulturrings Dannenberg auf dem Hof Flammer in Tolstefanz. Sowohl bei Michael Blakes »French Suite» als auch bei Joshua Uzoigwe »Talking Drums: No. 2 Ukom» findet sich diese eingängige Mischung. Bei hohem Tempo und anspruchsvoller Rhythmik eine Herausforderung, die Silvia Belfiore glänzend meisterte. Tolstefanz 27 nov 2013, Elbe-Jeetzel-Zeitung (on line)

Gefasst ist das in eine meditative Klangwelt, deren Komponenten vielgestaltig oszillieren - für die Interpretin des Abends, Silvia Belfiore, war es die größe Herausforderung, die extrem gedehnte Textur in Spannungsbögen zu verbinden. Es gelang, trefflich. - Tolstefanz contemporanea del 4 feb 2013, Elbe-Jeetzel-Zeitung (on line)

“Auch die Ironie kommt hier ins Spiel, indem Silvia Belfiore feenhaft wirkende Saitenklänge mittels einer banalen Haarbürste im Klavierinneren erzuegt. … Man wünscht sich als Hörer mehr von diesen inspirierenden Konzerten heutiger Musik” - Jörg Petzel – Frânkischer Tag – 28 VI 2000

“… Due Preludi per pianoforte solo di Giacinto Scelsi … interpretati con raffinatezza da Silvia Belfiore.”  - Aldo Ferraris – La Voce alessandrina, 19 XI 1999

“Gli esecutori assecondano puntualmente, con la giusta sensibilità, gli umori di questa musica (Molino), la quale, lungi dal ricercare uno sterile virtuosismo strumentale, trova i suoi pregi, invece, nell'esemplare equilibrio formale e nell’eleganza dell’invenzione, aderente …, come nell’intenso Notturno con il pianoforte, anche a qualche avvisaglia preromantica.” - Giutart, apr/giu 1999

“… insuperabile l’appassionata interpretazione di Silvia Belfiore al pianoforte.” - Amelia Boccassi – Il giornale di Alessandria, 25 VI 1998

“Vi ringrazio molto per la bella esecuzione del mio lavoro, che ho apprezzato particolarmente per l’incisività esecutiva e la giusta comprensione della musica. … Siete giovani pieni di ardore, non vi mancherà quel successo che giustamente meritate e che Vi auguro con tutta cordialità e simpatia” - Goffredo Petrassi – 9 VII 1996

"Zum anderen gab es. gewichtete Schwerpunkte wie das Konzert mit Silvia Belfiore, die sehr kompetent aktuelle Trends aus Italien mit älteren Werken Giacinto Scelsi konfrontierte. Ausschliesslich international renommierte Spezialisten für neue Klaviermusik, wie James Avery, Kristi Becker, Pi-hsien Chen oder Silvia Belfiore." - Reiner Ruhl - Fuldaer Zeitung, 20 IX 1995

"Il concerto ha preso decisamente quota con le pagine novecentesche di Prokofieff, De Falla e Bartók dove il duo alessandrino si é imposto per colore strumentale chiaro e penetrante, nonché per la forza nell'accento e tensione nel fraseggio" - E. F. - Il Corriere di Chieri, 4 VI 1993

"Ancora bravo per Debussy” - Jean Micault

"Un programma impegnativo eseguito con grande aplomb ... si é concluso con l'energia di Bela Bartók interpretato attraverso le danze romene ... rivissute con grande originalità" - Marco Conti - Incontri musicali, n. 31/1993

"L'eterogeneo assortimento di musiche compreso nel programma ha evidenziato un già consolidato affiatamento tra i due musicisti che s'è tradotto in una disinvolta interpretazione anche nei passaggi più impegnativi ... questa nuova formazione alessandrina sulla quale la critica fa affidamento per prossime altrettanto entusiasmanti affermazioni" - Franco Demicheli - La Voce alessandrina, 14 XII 1991

“La lettura musicale … è apparsa trasognante, nello stesso tempo sobria e pacata, dotata di quella compostezza e di quel rigore necessari per rendere l’essenzialità delle musiche, liberate da leziosi appesantimenti e quindi rese nella loro naturale pienezza.” - Gazzetta di Parma, 5 V 1991

"... ha saputo caratterizzare nei loro valori ritmici e sonori G. Petrassi e A. Casella" - Manuela Matis - Gazzetta d'Asti, 8 VI 1990

"... trovando una buona elasticità agogica ... Silvia Belfiore ha infine dato prova delle sue qualità nelle due Improvvisations di F. Poulenc e con grazia e candore espressivo ha così colto i tratti caratteristici delle composizioni." - Raffaele Mascolo - La Voce alessandrina, 2 IX 1989

"I Preludi di Debussy ...eseguiti dalla Belfiore con buona musicalità accomunata ad una ricerca di rapide suggestioni" - Secondo Villata - Stampa Sera, 24 VIII 1989

"L'interprete ha avuto il pregio e la capacità di evocare il pensiero del maestro francese (Debussy) con tocchi minuti, fugaci, scintillanti ... " - Pierfranco Servetti - L'Ancora, 28 V 1989

"La giovane pianista ha manifestato sensibilità, bravura e disinvoltura nelle interpretazioni ..." - Pinuccia Silla - Il Piccolo, 27 IX 1988

"La giovane pianista Silvia Belfiore ha proposto, in un'ottica decisamente anticonformistica, un'ampia scelta di brani appartenenti ad un repertorio poco noto ... Con sicurezza interpretativa, profonda serenità e ... naturale disinvoltura ..." - Paola Barisone - La Voce alessandrina, 18 VI 1988

La Sonata di Poulenc per Pianoforte a quattro mani ... risultata interessante ... sia per l'eleganza dell'esecuzione che per la particolare incisività ritmica." - Mauro Del Fante - La Notizia, 22 XII 1987